Lucca Pre-romana
Lucca Romana
Lucca nel Medioevo
I Guinigi
Le torri
Elisa Bonaparte
Gli architetti
Mura e giardini
Il teatro del Giglio
I musicisti
I santi
Scrittori
Puccini
Versilia
Valle del Serchio
Ville di Lucca
 
 
 

Torre Guinigi

Due sono le Torri simbolo della cittÓ, ambedue visitabili: la Torre Guinigi, dalla cui sommitÓ, ingentilita dalla presenza di secolari alberi di leccio, si pu˛ ammirare uno splendido panorama della cittÓ e della Lucchesia e la Torre delle Ore. Grazie alla sua posizione centrale (per un lato essa si affaccia su Via Fillungo, l'asse viario pi¨ importante della cittÓ), la Repubblica decise nel 1390 di affittare questa Torre per ospitarvi un orologio pubblico, al quale la Torre deve, da allora, il proprio nome.

Dopo i necessari lavori di consolidamento alla struttura si affid˛ la costruzione del meccanismo del nuovo orologio a Labruccio di Gilio Cerlotti, il massimo esponente dell'oreficeria lucchese del tempo. GiÓ appartenuta alla famiglia dei Quartigiani e poi dei Cerlotti, solo nel 1471 la Torre fu acquisita dalla Repubblica dopo intricate pratiche di acquisto complicate da frammentazioni ereditarie che protrassero la trattativa per oltre 20 anni, tanto che la Torre fu rinominata dai lucchesi Torre della lite. L'aspetto attuale con le ampie arcate ai quattro lati della sommitÓ, il quadrante in vista ad una sola lancia, la collocazione di tre diverse campane per il suono delle ore e dei quarti, risale al 1754 quando fu installato l'orologio ancora oggi funzionante, opera dell'artigiano ginevrino Louis Simon, uno dei maggiori del tempo.

L'apertura al pubblico voluta dall'Amministrazione Comunale e il recente restauro volto a garantire la sicurezza dei visitatori, mantenendo l'originale aspetto del monumento, ha regalato a cittadini e turisti un nuovo punto di vista sulla cittÓ che va ad affiancarsi alla affascinante veduta offerta dalla Torre Guinigi. Altro motivo di attrazione Ŕ sicuramente il meccanismo dell'orologio, a vista, perfettamente ripristinato, oltre che l'interessante meridiana venuta alla luce durante il recente restauro e visibile sulla sommitÓ della Torre.


Si ringraziano:
  Comune di Lucca, per i testi